Questo sito utilizza esclusivamente cookies di tipo tecnico. Mancando qualsiasi attività di acquisizione di dati del visitatore, non sussiste obbligo né di acquisizione preventiva dell'assenso del visitatore né di notificazione all’Autorità Garante per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 163 del D. Lgs. 196/2003 (“Codice della Privacy”) Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Stampa
Visite: 960
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
ANR

Mussolini, liberato dalla prigionia del Gran Sasso, intuisce la prima cosa da fare per lo Stato Repubblicano di nuova costituzione è di ritornare al combattimento a fianco dei tedeschi. Già 18 settembre, parlando agli italiani alla radio dalla Germania, affermerà che bisogna: “Riprendere le armi a fianco della Germania, del Giappone e degli altri alleati; soltanto il sangue può cancellare una pagina così obbrobriosa della nostra storia. Preparare senza indugio la riorganizzazione delle nostre Forze Armate………”

Le Forze Armate della R.S.I. nasceranno con un decreto del Capo dello Stato Repubblicano che, promulgato il 27 ottobre 1943, è destinato ad entrare in vigore il giorno successivo.

Nella nascita dell’Aviazione Nazionale Repubblicana avrà un ruolo fondamentale il ten. Col. Ernesto Botto, il mitico “Gamba di Ferro”, un uomo che ha continuato a volare e combattere benché abbia perso una gamba in Spagna. Botto, facendosi forte della sua fama, lancia un proclama per invitare all’arruolamento nell’A.N.R. i piloti e il personale tecnico. Sarà grazie a quel proclama se, già nell’ottobre 1943, si presentano all’aeroporto di Torino Mirafiori, i primi uomini.

Per fare un’aviazione non bastano i piloti, ma occorrono le macchine e Ernesto Botto, nominato Sottosegretario di Stato per l’Aeronautica nel governo della Repubblica di Mussolini, si impegna a reperire i velivoli per la sua Aeronautica Repubblicana. Inizialmente, riesce a recuperare circa settantacinque caccia di vario tipo (Fiat G55 Centauro, Macchi 205 e Reggiane 2005). Sarà con questi apparecchi che si andrà formare il primo nucleo dell’A.N.R..

Leggi tutta la storia alla pagina L’AVIAZIONE NAZIONALE REPUBBLICANA.